androidGeek.it
Un blog italiano sul mondo Android



Hardware

2 ottobre 2013

Qualcomm boccia i 64bit del processore A7 di Apple

More articles by »
Written by: Matteo
Tag:,
chandrasekher

Lanciato da qualche settimana sul mercato, iPhone 5S è riuscito a catalizzare l’attenzione di molti addetti del settore grazie all’introduzione delle istruzioni a 64 bit sul nuovo processore A7. A tal proposito Qualcomm, attuale leader mondiale dei SoC ha voluto dire la sua a riguardo, attraverso le parole del suo vice presidente Anand Chandrasekher.

Quest’ultimo senza troppi giri di parole, ha letteralmente bocciato la soluzione hardware ideata da Apple definendo i 64 bit una pura trovata di marketing. In effetti, la storia dei 64 bit è decisamente vecchia ed ha visto protagonista anni fa anche il mondo PC. Con questo non vogliamo dire che i 64 bit siano completamente inutili, ma è indubbio che ad oggi i vantaggi siano più che altro di natura commerciale, in quanto leggere 64 bit fa certamente presa sul consumatore.

Detto questo, il sistema operativo Android vanta già il supporto alle istruzioni a 64 bit ed è pronto da tempo ad accogliere processori dotati di queste istruzioni. I primi vantaggi dovrebbero coincidere con l’arrivo dei primi device con a bordo 4 gb di ram. In quest’ottica, il mondo Android ha già dato ampia dimostrazione di come le tecnologie vengano introdotte a velocità supersonica ed è quindi ipotizzabile pensare che nel giro di un paio di anni, smartphone e tablet di fascia alta potranno contare su quantitativi di questa portata.

Sempre rimanendo sul campo delle ipotesi, Qualcomm potrebbe annunciare nel corso del 2014 il successore dell’architettura Krait che sicuramente supporterà i 64 bit. Da lì potrebbe passare un ulteriore anno, prima di vedere il nuovo ipotetico processore integrato sui nostri smartphone.

fonte

Be Sociable, Share!



    About the Author

    Matteo
    Matteo Di Simone, da sempre grande appassionato delle tecnologie convergenti, quali smartphone e tablet, è il principale recensore di dispositivi mobile sul blog. Particolarmente affascinato dalle architetture hardware di cpu e gpu, grazie ad una conoscienza quindicennale, si reputa decisamente pignolo in fatto di tecnicismi. :P




     
    Potrebbero interessarti
     

     
    Xperia Z3+

    Sony Xperia Z3+ troppo caldo: arriva l’update per il downclock dello Snapdragon 810

    Lo Snapdragon 810 non sarà certamente ricordato come un SoC particolarmente fortunato. Dopo HTC ed LG, anche il Sony Xperia Z3+ sembrerebbe vittima degli ormai noti problemi di surriscaldamento. Nello specifico, molti utent...
    by Matteo
    0

     
     
    lg g4 retro

    LG G4 Pro potrebbe adottare il SoC Qualcomm Snapdragon 820

    Fino ad ora, il 2015 non è stato sicuramente un anno fortunato per Qualcomm. A causa dei noti problemi di surriscaldamento, il suo Snapdragon 810 è stato snobbato in primis da un cliente importante quale Samsung, per poi esse...
    by Matteo
    0

     
     
    Qualcomm Snapdragon 820 - debutta il processore Kryo

    Qualcomm Snapdragon 820: ecco la CPU Kryo successore del Krait

    E’ praticamente durata meno di un anno l’esperienza nella fascia alta di Qualcomm con i processori Cortex di ARM. Il produttore americano sembra aver finalmente ultimato il nuovo processore Kryo, diretto successore ...
    by Matteo
    0

     




    • Lief

      Questa volta non sono d’accordo.
      Tra qualche anno abbonderanno le app a 64 bit. Tutto grazie a Apple… Che non dimentichiamo ha anche tradotto ios a 64 bit.
      Tra un annetto sarà la stessa azienda che l’ha trovata una uscita commerciale a creare processori a 64bit.

      • http://www.androidgeek.it Matteo

        Abbonderanno è tutto da vedere. Persino in ambito desktop gli applicativi nativi 64 bit hanno faticato moltissimo…quando a livello commerciale i processori erano disponibili da almeno 6 anni prima. E’ una storia vecchia, che adesso si ripresenta nel mondo mobile. :)

        Per quanto riguarda Qualcomm, è chiaro che anche loro hanno pronto un processore a 64 bit, ma quello che veniva rimarcato è che allo stato attuale il messaggio che vuole far passare Apple è puramente commerciale: proprio perché di concreti vantaggi ad oggi non ce ne sono, non avendo nemmeno i citati 4 gb di ram. Paradossalmente si arriverà a dare un discreto senso ai 64 bit prima su Android piuttosto che su iOS, visto che Android essendo un OS più flessibile, pensato per infilarsi ovunque ed in più ambiti, tali istruzioni le supporta da molto tempo.

        Il processore di Apple è un ottimo processore, ma le ottime prestazioni non sono certamente dovute ai 64 bit, ma al fatto che di per sé ha un architettura molto evoluta. Però ecco..loro spingeranno per questioni di marketing sui 64 bit, cercando di dare merito ai 64 bit… molto più di quanto ne abbia realmente. :)