androidGeek.it
Un blog italiano sul mondo Android



Novità dal mondo android

11 febbraio 2014

Lotta alla frammentazione: Google fissa i paletti per la certificazione dei device

More articles by »
Written by: Matteo
Tag:,
android wall

Sin dalla sua nascita, il sistema operativo Android ha avuto a che fare con il cosiddetto problema della frammentazione. In realtà, più che problema, si tratta di una normale conseguenza dovuta al fatto che l’OS è stato concepito per diffondersi in molteplici ambiti ed in tutte le fasce. Non a caso, Android nel giro di pochi anni è riuscito ad innalzare la tecnologia media in mano alle persone, cambiando di fatto il nostro modo di vivere la quotidianità.

Qualcuno potrebbe obiettare, ricordando che il concorrente Windows Phone 8 è presente nella stessa identica versione su tutti gli smartphone(dai 129 ai 600 euro). Questo è vero, ma il sistema di Microsoft seppur in crescita fa segnare numeri davvero piccoli. Nello specifico, il 3.2% di smartphone nel mondo preinstalla Windows Phone(dal 7.x all’8), mentre l’OS di Google a fine 2013 faceva segnare il 78.9%. Tutto questo, senza scomodare dispositivi quali tablet e device di altro genere(mini pc, smartwatch, fotocamere,ecc.).

android-evolution

Ma tornando al “problema” della frammentazione, bisogna ammettere che questa non è così più sentita dalla maggior parte degli utenti. Ad eccezione di chi vuole sempre l’ultima versione, c’è da dire che Android è ormai un sistema maturo, che supporta di tutto e che ci permette di fare praticamente ogni cosa. Ad esempio, Jelly Bean è stata una distribuzione particolarmente importante in termini di funzionalità e API introdotte: avere un device basato sul 4.1 o 4.3 non va a cambiare più di tanto la vita dell’utilizzatore. Da questo punto di vista, potrebbero essere più le personalizzazioni del produttore a fare la differenza nella scelta di una persona.

Fatta questa premessa, è indubbio che entrare in un centro commerciale e vedere ancora oggi tanti dispositivi obsoleti in vendita fa specie. Ci riferiamo a device che preinstallano ICS 4.0, se non addirittura Gingerbread 2.3, ovvero versioni di android del biennio 2011/2012. A tal proposito, per combattere questo “fenomeno” Google ha pensato bene di fissare dei paletti che riguardano la certificazione dei dispositivi:

Certificazione device android

Come si può intuire dalla tabella, dal 1 Febbraio 2014 non è più possibile certificare device con versione Android 4.1 o precedente. Di conseguenza, un produttore non potrà mettere in vendita smartphone o tablet con queste versioni. C’è invece tempo fino al 24 Aprile per certificare un prodotto con Android 4.2 e fino al 31 Luglio con il 4.3. Ovviamente, un produttore che vorrà lanciare sul mercato uno smartphone privo di Google Apps non sarà obbligato a rispettare questa tabella: ricordiamo Android è un OS a licenza libera, mentre le GApps no.

Con questa mossa, Google fa un deciso passo in avanti per ridurre la frammentazione: di fatto, si tratta di un vero e proprio invito ai produttori a realizzare smartphone e tablet con software recente. Questo porterà diversi vantaggi:

  • La percezione dell’utente di stare acquistando e/o di possedere un dispositivo “già vecchio” sarà più contenuta rispetto al passato(tradotto: ci si lamenterà meno).
  • Il produttore avrà un po’ di tregua e potrà organizzarsi meglio per sviluppare con calma aggiornamenti per un buon numero di dispositivi.
  • Se il grosso degli utenti possiede un prodotto non troppo vecchio, gli sviluppatori di apps saranno più incentivati a sfruttare le possibilità date dalle API più recenti.

Be Sociable, Share!



    About the Author

    Matteo
    Matteo Di Simone, da sempre grande appassionato delle tecnologie convergenti, quali smartphone e tablet, è il principale recensore di dispositivi mobile sul blog. Particolarmente affascinato dalle architetture hardware di cpu e gpu, grazie ad una conoscienza quindicennale, si reputa decisamente pignolo in fatto di tecnicismi. :P




     
     

     
    Nexus 5 update Android 6.0 Marshmallow

    [GUIDA] Come installare Android 6.0 Marshmallow su Nexus 5

    Se siete impazienti di avere Android 6.0 sul vostro Nexus 5 e non volete aspettare l’aggiornamento via OTA, ecco una semplice guida che vi permetterà di passare a Marshmallow attraverso il metodo delle factory-image.  Prem...
    by Matteo
    1

     
     
    android-6-0-marshmallow

    Aggiornamento ad Android 6.0: ecco i dispositivi Nexus coinvolti

    Il nuovo sistema operativo Android 6.0 Marshmallow è pronto a sbarcare sulla gamma di dispositivi Nexus. Per la precisione, Google ha stilato la lista ufficiale dei device coinvolti: Nexus 5 Nexus 6 Nexus 9 Nexus 7 Nexus Playe...
    by Matteo
    0

     
     
    Huwei Nexus 6P

    Nexus 5X e Nexus 6P: ecco i primi video spot

    A distanza di poche ore dalla presentazione dei nuovi prodotti della famiglia Nexus, Google ha pubblicato sul canale youtube i primi video-spot dedicati ai due smartphone basati su Android 6.0 Marshmallow. Nexus 5X Nexus 6P Per...
    by Matteo
    0