Review

Da qualche anno a questa parte il sistema operativo Android ha monopolizzato l’intero mercato della telefonia, con un occhio di riguardo anche al segmento entry-level. Al giorno d’oggi è possibile acquistare uno smartphone a basso costo e fare cose impensabili fino a poco tempo fa. A tal proposito, tra le tante proposte presenti in questa fascia troviamo HTC Desire 310, un interessante smartphone quad-core acquistabile a soli 129 euro nella stra-maggioranza dei centri commerciali.

Design e qualità costruttiva

In termin di design, il telefono si presenta con lo stile tipico della linea Desire 2013 ed una costruzione completamente in plastica. Ciononostante l’assemblaggio risulta essere buono, non abbiamo riscontrato scricchiolii o imperfezioni. La maneggevolezza è buona grazie a dimensioni abbastanza compatte (131 x 68 x 11.2 mm) ed a un peso non eccessivo(140 grammi). Unica nota: il retro della scocca ha una superficie liscia e di conseguenza potrebbe tendere a scivolare un pochino.

18-ago-2014 14:38, LGE Nexus 5, 2.4, 3.97mm, 0.033 sec, ISO 317

18-ago-2014 14:38, LGE Nexus 5, 2.4, 3.97mm, 0.033 sec, ISO 413

18-ago-2014 14:38, LGE Nexus 5, 2.4, 3.97mm, 0.033 sec, ISO 378

18-ago-2014 14:37, LGE Nexus 5, 2.4, 3.97mm, 0.033 sec, ISO 209

Hardware, prestazioni e autonomia

Rispetto alla maggior parte degli smartphone concorrenti, il Desire 310 si distingue per adottare un hardware mediamente superiore. Si tratta del chipset MediaTek 6589M, un interessante soluzione che integra tra le varie componenti un processore quad-core Cortex A7 a 1.3 GHz, la GPU Mali 400MP2 e ben 1 GB di RAM. Le prestazioni sono davvero di ottimo livello: le buone capacità del quad-core si avvertono sopratutto in caso di multi-tasking e nell’esperienza web. Tuttavia a permettere un esperienza quotidiana sempre scattante e veloce è il quantitativo di memoria RAM pari ad 1 GB. La differenza rispetto ai molti smartphone concorrenti dotati quasi sempre di 512 MB è piuttosta netta: anche con tante app aperte l’utente non tenderà mai ad avvertire rallentamenti di sistema. La memoria interna è da 4 GB di cui circa 2 GB sono destinati all’installazioni delle app. E’ possibile estendere il tutto tramite micro SD fino a 32 GB. Inoltre, segnaliamo la presenza di una funzione software importante, ovvero la possibilità di decidere se il grosso delle app deve essere installato sullo storage interno o sulla microSD. In ultimo il telefono monta una batteria da 2000 mAh, che complice un consumo non eccessivo della componente CPU/Display permette all’utente di arrivare in scioltezza a sera fino ad arrivare anche alla giornata e mezza.

Schermo e multimedialità

Il device monta un tradizionale schermo LCD da 4.5 pollici con risoluzione 854 x 480 che pur non spiccando particolarmente fa il suo dovere. La resa dei colori è abbastanza buona, la luminosità raggiunge un livello di nit sufficientemente alto per permettere una leggibilità soddisfacente alla luce del sole. Rimanendo ancorati all’argomento display, dobbiamo segnalare la presenza del sensore di luminosità: al giorno d’oggi non sempre integrato su smartphone di questa fascia. In più i 4.5 pollici di diagonale rappresentano un ottimo compromesso per interagire e scrivere comodamente con una sola mano. Passando al versante fotocamera, Desire 310 monta un sensore da 5 Mpixel privo di flash led e auto-focus. La qualità delle foto è discreta in caso esterne e condizioni di luci ottimali. Purtroppo la mancanza dell’auto-focus si fa sentire in particolar modo nel caso vogliate scattare delle Macro. Del resto dobbiamo pur sempre considerare che stiamo parlando un prodotto entry-level ed è storicamente difficile trovare in questa fascia smartphone con fotocamere fenomenali. Al tempo stesso, il telefono è capace di registrare buoni filmati in Full HD a 30 fps costanti nel fomato 3GP.

28-lug-2014 13:25, HTC HTC Desire 310 , 2.8, 3.5mm, 0.001 sec, ISO 106

28-lug-2014 13:25, HTC HTC Desire 310 , 2.8, 3.5mm, ISO 109

28-lug-2014 13:25, HTC HTC Desire 310 , 2.8, 3.5mm, 0.03 sec, ISO 195

28-lug-2014 13:29, HTC HTC Desire 310 , 2.8, 3.5mm, 0.04 sec, ISO 220

05-ago-2014 10:41, HTC HTC Desire 310 , 2.8, 3.5mm, 0.08 sec, ISO 336

18-ago-2014 15:30, HTC HTC Desire 310 , 2.8, 3.5mm, 0.05 sec, ISO 232

Software e Browser

Sul versante software, troviamo preinstallato il sistema operativo Android 4.2.2 Jelly Bean in abbinamento ad un interfaccia che possiamo definire ibrida. Ad esempio, il launcher è quello della Sense, tanto che ritroviamo lo stesso identico modo di personalizzare la nostra Home. Inoltre non manca il super aggregatore di servizi Blinkfeed, con il quale sarà possibile con un colpo d’occhio verificare la presenza di tweet, notizie facebook, rss,ecc. di nostro interesse. Idem per Video Highilights: la funzione che auto-crea mini-filmatini di 30 secondi sfruttando le foto del nostro album. Al tempo stesso però, il sistema delle notifiche è quello tipico dell’esperienza Pure Google, così come la gestione del multi-tasking ed in generale possiamo dire che qualsiasi menù e sotto-menù è fortemente basato sull’interfaccia classica. All’atto pratico, la UI risulta essere molto leggera e la quantità di memoria RAM libera oscilla quasi sempre tra i 600-800 MB: è questo uno dei segreti che permette a Desire 310 di essere sempre molto efficiente e di non soffirire di rallentamenti. Passando alla web experience, possiamo dire che la navigazione internet è senza dubbio uno dei punti di forza del device. Le prestazioni sono a dir poco ottime con qualsiasi browser testato: la fluidità con il quale ci si muove all’interno di una pagina web è totale. Il processore quad-core, complice anche una risoluzione non troppo elevata da visualizzare(854 x 480) si comporta molto bene anche nella gestione del multi-pagina, con le gesture che vengono recepite in modo istantaneo.

Telefono, connettività e audio

In termini di connettività, il Desire 310 è uno smartphone che propone caratteristiche tipiche: si va dal Wi-Fi al GPS+GLONASS , dal Bluetooth 4.0 al supporto della rete HSPA+ fino a 21.1 mbps. Durante il nostro test abbiamo usato il telefono sotto rete 3: la ricezione si è rivelata stabile e nella media. Buona la qualità dell’audio durante le normali conversazioni, mentre la stessa cosa non si può dire del Vivavoce che risulta essere un po’ gracchiante e con un volume abbastanza basso. Da questo punto di vista ci auguriamo che HTC possa con un aggiornamento software migliorare la situazione. Per il resto, troviamo anche una camera anteriore VGA con il quale sarà possibile effettuare video-chiamate con programmi VOIP quali Skype e Viber.

Immagine anteprima YouTube

Conclusioni

HTC Desire 310 è un buon telefono capace di soddisfare chi vuole entrare nel mondo android spendendo poco, senza rinunciare però a delle buone caratteristiche tecniche. Il suo punto di forza è senza dubbio l’hardware, con il processore quad-core e la memoria RAM da 1 GB che fanno concretamente la differenza nell’uso quotidiano. Inoltre la non troppa impegnativa risoluzione 854 x 480 permette all’utente di godere di un ottima navigazione web e di divertirsi con i giochi presenti su Play Store gestiti egregiamente dalla GPU Mali400 MP2. La fotocamera non brilla in termini di qualità e la mancanza dell’auto-focus si fa sentire, tuttavia è difficile trovare in questa fascia smartphone con capacità mirabolanti. Per il resto è da rivedere e risistemare magari tramite un aggiornamento software la qualità dell’audio in vivavoce. La presenza del sistema operativo Jelly Bean anziché KitKat potrebbe far storcere il muso a qualcuno, tuttavia siamo del parere che non è così necessario avere l’ultimissima versione se si vuole entrare nel mondo android per la prima volta, ancora meno se l’obiettivo è spendere poco. In definitiva uno smartphone onesto che ci sentiamo di consigliare.



About the Author

Luka
Luca Di Vincenzo, informatico, da molti anni blogger appassionato di ultime tecnologie. Attualmente risiede in Spagna, dove lavora come Senior Software Engineer da 5 anni. Sul blog si occupa della parte tecnica e dell'ottimizzazione SEO del sito.