androidGeek.it
Un blog italiano sul mondo Android



Smartphones Android

22 giugno 2015

Sony Xperia Z3 Compact: panoramica su Android 5.0 Lollipop (VIDEO)

Sony Xperia Z3 Compact aggiornato a Lollipop

Da circa un mese, Sony ha aggiornato molti device della gamma Xperia all’ultima versione di Android, conosciuta come Lollipop. Tra i primi smartphone a ricevere l’update non poteva mancare il piccolo e potente Xperia Z3 Compact. A tal proposito, abbiamo pensato di fornire le nostre considerazioni a riguardo su quelle che sono le novità introdotte e sul comportamento generale del telefono durante l’uso quotidiano.

L’utente dovrà innanzitutto assicurarsi di avere almeno 1.20 GB di spazio libero su memoria, in quanto l’aggiornamento risulta essere corposo, oltre che a necessitare di circa 20 minuti di tempo tra download ed installazione. Questa dovrà essere eseguita collegando il device al computer ed utilizzando il software PC Companion. Alla fine dell’operazione, il vostro Xperia Z3 Compact risulterà aggiornato ad Android 5.0.2 con riferimento build 23.1.A.1.28.

Material Design

Sin dal primo impatto con il nuovo OS, s’intuisce di come Sony non abbia voluto stravolgere graficamente l’interfaccia che l’accompagna da qualche anno a questa parte. Il launcher è di fatto lo stesso di KitKat/Jelly Bean 4.3, con la stessa identica modalità di personalizzare la Home, aggiungere nuove schermate, widget e sfondi di vario tipo. Lo stesso discorso vale per le applicazioni multimediali sviluppate dal produttore giapponese, come ad esempio Album, Walkman, Film, Whats’new e la Fotocamera. Tutte queste all’atto pratico mantengono il tipico stile grafico che Sony adotta anche in altri ambiti(console Playstation, servizi Unlimited,ecc.)

Fatta questa precisazione, dobbiamo dire che comunque il Material Design introdotto da Google in occasione di Lollipop risulta essere stato implementato. Ad iniziare dal menù delle impostazioni che è stato anche leggermente riorganizzato, per passare alle applicazioni di base quali Telefono, Calendario, Messaggistica, la tendina delle notifiche e così via. Ci sono poi altre componenti grafiche che si distinguono per utilizzare lo stile Material, come le Cards, i Pop up, pulsanti, icone, le notifiche,ecc. La sensazione generale è che Sony abbia fatto un buon lavoro, introducendo una grafica piacevole, minimale e fresca. Al tempo stesso, è probabile che il produttore nipponico estenderà in futuro il Material anche alle restanti zone che sanno ancora un po’ di KitKat/Jelly Bean.

 

Sistema di notifiche e multi-tasking potenziato

In termini di funzionalità, le due innovazioni più importanti di Android 5.0 riguardano il potenziamento del sistema delle notifiche e quello multi-tasking. Nel primo caso, Google ha voluto dare allo sviluppatore la possibilità di accedere liberamente alle notifiche. In parole povere, da oggi in poi ogni applicazione potrà accedere e sfruttare a proprio piacimento questo sistema per fare un qualcosa.

Esempio 1

I messaggi WhatsApp potranno essere letti interamente espandendo in maniera totale la notifica, senza dover entrare per forza di cose all’interno dell’app. Inoltre, la cosa funziona anche se i messaggi provengono da più utenti.

Esempio 2

L’applicazione Sfondi dello sviluppatore OGQ notifica di norma la presenza quotidiana di nuovi wallpapers da poter scaricare. In Lollipop sarà possibile espandere la notifica e guardare in anteprima i nuovi sfondi che sono stati caricati. Anche in questo caso non sarà dunque necessario entrare nell’app.

In ogni momento, l’utente potrà decidere se visualizzare il contenuto della notifica in modo parziale, totale o anche disattivare tale possibilità a seconda dell’applicazione.

Per quanto riguarda il multi-tasking, dicevamo che è stato potenziato: al di là del restyle grafico che adesso risulta più accattivante grazie all’uso delle Cards in salsa Material, abbiamo anche una gestione delle app più avanzata. Nello specifico, sarà possibile tenere in esecuzione e visualizzare più schermate della stessa applicazione. Un esempio di questo nuovo utilizzo è Chrome, che ci permette di gestire non solo il multi-pagina all’interno della barra multi-tasking,  ma anche di visualizzare in maniera separata le varie pagine internet. Ovviamente, questa possibilità non è automatica per tutte le app: dovranno essere gli sviluppatori a scegliere se le singole schermate della propria applicazione potranno essere visualizzate in maniera parallela e distaccata dalle altre.

Come si può intuire, tra le due novità principali sarà senza dubbio il nuovo sistema di notifiche ad essere sfruttato maggiormente dagli sviluppatori nel breve periodo. Mentre per vedere numerose app capaci di avvantaggiarsi del più avanzato multi-tasking servirà pazienza, in quanto richiederebbe allo sviluppatore uno sforzo non da poco, vale a dire riconcepire la struttura e la logica di funzionamento della propria applicazione. Insomma, una possibilità interessante, ma da implementare soltanto in caso di reale utilità.

Immagine anteprima YouTube

Prestazioni

In seguito all’aggiornamento a Lollipop, le prestazioni dello Z3 Compact sono a nostro avviso aumentate. Il segreto sta nel maggior sfruttamento della GPU, che si prende carico della gestione delle animazioni e degli effetti di transizione, accelerandoli fino a 60 FPS. Di conseguenza l’esperienza utente quotidiana risulta più fluida e piacevole rispetto al passato. L’aumento prestazionale è inoltre confermato anche da alcuni benchmark che abbiamo voluto testare(Antutu, Vellamo, 3d Mark).

Passando al comportamento della batteria, il telefono conferma la solida autonomia in caso di uso intenso, anche se la sensazione generale è che sia un pochino calata rispetto a KitKat. Detto questo, non c’è nemmeno motivo di allarmarsi, dato che continua a trattarsi di uno dei punti di forza di questo piccolo smartphone. In ultimo, segnaliamo che Sony ha finalmente implementato la possibilità di spostare parte dei dati delle app sulla memoria esterna.

Conclusioni

Ottimo lavoro da parte di Sony. Il telefono risulta scattante e prestante come non mai. Le novità e le funzioni tipiche introdotte da Google in Android 5.0 Lollipop rendono l’esperienza quotidiana con Xperia Z3 Compact ancora più piacevole rispetto a prima. L’implementazione del Material Design non è ancora totale, ma risulta comunque a buon punto. Non ci resta che augurarvi un buon aggiornamento! ;)

Be Sociable, Share!




    About the Author

    Matteo
    Matteo Di Simone, da sempre grande appassionato delle tecnologie convergenti, quali smartphone e tablet, è il principale recensore di dispositivi mobile sul blog. Particolarmente affascinato dalle architetture hardware di cpu e gpu, grazie ad una conoscienza quindicennale, si reputa decisamente pignolo in fatto di tecnicismi. :P




     
    Potrebbero interessarti
     

     
    Nexus 5 update Android 6.0 Marshmallow

    [GUIDA] Come installare Android 6.0 Marshmallow su Nexus 5

    Se siete impazienti di avere Android 6.0 sul vostro Nexus 5 e non volete aspettare l’aggiornamento via OTA, ecco una semplice guida che vi permetterà di passare a Marshmallow attraverso il metodo delle factory-image.  Prem...
    by Matteo
    1

     
     
    android-6-0-marshmallow

    Aggiornamento ad Android 6.0: ecco i dispositivi Nexus coinvolti

    Il nuovo sistema operativo Android 6.0 Marshmallow è pronto a sbarcare sulla gamma di dispositivi Nexus. Per la precisione, Google ha stilato la lista ufficiale dei device coinvolti: Nexus 5 Nexus 6 Nexus 9 Nexus 7 Nexus Playe...
    by Matteo
    0

     
     
    Google Nexus 5X e Google Nexus 6P

    Google presenta ufficialmente Nexus 5X e Nexus 6P

    Attraverso un evento dedicato, Google ha ufficialmente presentato Nexus 5X e Nexus 6P, i primi due smartphone a preinstallare nativamente il sistema operativo Android 6.0 Marshmallow. Nexus 5X Il Nexus 5X altri non è che il su...
    by Matteo
    0