androidGeek.it
Un blog italiano sul mondo Android



Tablets Android

8 giugno 2011

Motorola Xoom WIFI, videorecensione completa dopo 2 settimane di utilizzo by androidgeek.it

Motorola Xoom

Eccoci qui, dopo circa due settimane di utilizzo, a scrivere la recensione del primo tablet a debuttare con il sistema operativo Honeycomb, la specifica versione di Android studiata appositamente per questa tipologia di device. Stiamo parlando ovviamente del Motorola Xoom nella sua versione WiFi only, che avevamo già visto al MWC 2011. Di tutti i tablet visti alla fiera di Barcellona lo Xoom era stato quello che più aveva attirato la nostra attenzione, sia perchè è stato il primo tablet Honeycomb in assoluto, sia per il suo design attrattivo e la qualità dei materiali. Sono passati alcuni mesi dal suo lancio ufficiale eppure questo tablet stenta a decollare. In questa videorecensione cercheremo di capire il perchè e di fare luce sui pregi e difetti di questo Xoom. Da premettere che alcuni aspetti, soprattutto del sistema operativo, sono comuni a tutti gli altri tablet Android 3.0, e che quindi lo Xoom non va valutato soltanto in base ad Honeycomb, bensì nella sua totalità. Siete pronti ad accendere le luci sul Motorola Xoom?

[ad#inpost adsense]

20-mag-2011 16:18, HTC HTC Incredible S, 4.57mm, ISO 347

20-mag-2011 16:15, HTC HTC Incredible S, 4.57mm, ISO 186

20-mag-2011 16:17, HTC HTC Incredible S, 4.57mm, ISO 413

Design e specifiche tecniche

Esteticamente molto accattivante il tablet della casa alata può vantare una costruzione molto solida, grazie ad un corpo realizzato in gran parte in alluminio ed uno schermo da 10.1 pollici con risoluzione 1280×800 con la rinomata protezione Gorilla Glass, in grado di resistere ad urti e graffi. Le dimensioni sono di 249 x 169 x 12.9 mm, numeri più o meno in linea con gli altri tablet presentati dalla concorrenza. Il peso è di ben 736 grammi e bisogna dire che si sentono tutti, ma questo non per forza deve essere visto come un difetto, anzi dimostra come Motorola abbia voluto puntare a materiali robusti e di prima qualità. Il peso come detto si sente ma dopo un pò ci si abitua e devo dire che non stanca affatto tenerlo in mano anche per periodi prolungati di tempo.

[ad#inpost adsense]

Motorola Xoom

Motorola Xoom

Motorola Xoom -

Motorola Xoom -

Motorola Xoom - porte hdimi, usb e presa corrente

Motorola Xoom – porte hdimi, usb e presa corrente

Motorola Xoom - riproduzione video

Motorola Xoom – riproduzione video

Dal punto di vista dell’hardware, troviamo un chipset nVidia Tegra 2, con processore Cortex A9 dual core da 1 Ghz, una gpu dedicata GeForce, 1 GB di Ram. Queste specifiche permettono alte prestazioni in qualsiasi ambito e risultano essere ben sfruttate dal sistema operativo Honeycomb. La memoria interna è di ben 32 GB, ulteriormente espandibile tramite la micro SD, mentre per quanto riguarda la connettività, ci troviamo di fronte ad uno modello Xoom in versione WIFI only e con possibilità via bluetooth di collegare la tastiera fisica opzionale venduta da Motorola. Nota dolente per quanto riguarda lo slot micro SD: per ora non funzionerà a causa di un’incompatibilità di driver con Honeycomb. Motorola ha già dichiarato che sta provvedendo ad una soluzione, anche se non sappiamo quando verrà rilasciata la patch.

Honeycomb

Nel Gennaio 2011, Google ha deciso di rilasciare una versione di Android per rendere l’esperienza tablet ideale, distaccandosi da quella destinata ai modelli smartphone, ritenuta non adatta per questa tipologia di device: il sistema operativo Honeycomb. Quella che prenderemo in esame è la recente versione 3.1, in quanto Motorola Xoom è il primo tablet ad aver ricevuto immediamente dopo l’evento Google I/O questo importante update. La struttura del nuovo OS presenta un interfaccia estremamente intuitiva e naturale da usare. Sin dal primo istante la Home ci permette di eseguire operazioni quali impartire comandi vocali, eseguire ricerche universali sia all’interno del terminale che su internet, avere accesso a tutte le applicazioni installate sul device ed altro ancora.

Motorola Xoom - Home

Motorola Xoom – Home

Motorola Xoom - esempio di transizione fra due schermate

Motorola Xoom – esempio di transizione fra due schermate

Motorola Xoom -  esempio di widget scrollabili

Motorola Xoom – esempio di widget scrollabili

Motorola Xoom - Browser

Motorola Xoom – Browser

Motorola Xoom - browser web chrome

Motorola Xoom – browser web chrome

Motorola Xoom - menu widgets

Motorola Xoom – menu widgets

Nella zona inferiore, la barra non solo ci permetterà di avere informazioni quali orario, notifiche di eventuali mail o update di programmi dal market, ma anche attivare/disattivare e regolare funzionalità di sistema. Potenziate anche le capacità del multitasking, grazie alla presenza di uno specifico tasto virtuale che ci darà modo di accedere ad una barra contenente fino a 18 applicazioni in esecuzione nella versione 3.1 (solo 5 con la 3.0.1) e switchare molto rapidamente tra esse. Quello che salta subito all’occhio è la struttura delle applicazioni native, quali Gmail, Contatti, Market, il menù impostazioni e molte altre, si presentano con una grafica realizzata ad hoc che facilita la visuale e l’interazione all’interno di essa.

Motorola Xoom - Gmail

Motorola Xoom – Gmail

Motorola Xoom - Android Market

Motorola Xoom – Android Market

Motorola Xoom - Contatti

Motorola Xoom – Contatti

Un esempio è il menù delle impostazioni, suddiviso in due colonne: quella di sinistra con l’intera lista dei settaggi e quella di destra già pronta a darci la possibilità di abilitare/disattivare le varie funzionalità. Questo approccio che ritroviamo anche in altre applicazioni native, risulta essere decisamente intelligente, intuitivo e fa risparmiare tempo nell’interagire con il sistema, oltre che a renderlo piacevole. Ovviamente uno dei punti di forza di Android è sempre stata la possibilità di personalizzare la Home a piacimento. Tale possibilità è presente anche in Honeycomb: basterà toccare per qualche attimo il display ed avere accesso ad una schermata che ci darà la completa visuale del sistema, incluse le cinque Home: da qui sarà possibile cambiare sfondo, inserire widget scrollabili ed applicazioni dove vogliamo in un colpo solo, senza dover richiamare ogni volta tale schermata. Un altra novità di Android 3.1 è la possibilità di ridimensionare buona parte dei widget, una funzionalità di sicura comodità.

Pregi del Motorola Xoom

Quello che piace di Honeycomb è senz’altro la facilità d’uso ed il modo decisamente naturale di operare sul sistema. Non servirà di certo un manuale per capire come muoversi, personalizzare ed utilizzare le varie applicazioni, in quanto il tutto risulterà essere sempre estremamente intuitivo. Motorola Xoom è un tablet completo di tutto, molto valido sopratutto in ambito multimediale: la visione di film ad alta definizione sarà un assoluta goduria, grazie ad uno schermo ampio e ben definito. Anche il mostrare foto e presentazioni agli amici sarà di grande impatto su display di qualità e non manca la possibilità di proiettare il tutto su una TV ad alta definizione tramite la funzionalità di HDMI Mirroring. L’applicazione Movie Studio inoltre ci consentirà di creare veri e propri video con tanto di effetti grafici, di transizione, associando musiche, in modo semplice e divertente. Le potenti casse garantiscono inoltre un volume alto e privo di disturbi o distorsioni sia nell’ascolto musicale che durante la visione di video.

Foto scattate con il Motorola Xoom

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom29-mag-2011 12:50, Motorola Mobility Xoom, 2.8, 4.42mm, 0.002 sec, ISO 100

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom02-giu-2011 19:22, Motorola Mobility Xoom, 2.8, 4.42mm, 0.067 sec, ISO 200

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom02-giu-2011 19:28, Motorola Mobility Xoom, 2.8, 4.42mm, 0.067 sec, ISO 320

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom29-mag-2011 12:48, Motorola Mobility Xoom, 2.8, 4.42mm, ISO 100

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom29-mag-2011 12:48, Motorola Mobility Xoom, 2.8, 4.42mm, ISO 100

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom

Foto (ridimensionata) scattata dal Motorola Xoom29-mag-2011 12:49, Motorola Mobility Xoom, 2.8, 4.42mm, 0.001 sec, ISO 100

Motorola Xoom è capace di acquisire foto e video grazie alle due cam montate posteriormente(5 mpx) e anteriormente(2 mpx), buona qualità garantita, ma probabilmente un pò imbarazzante da portare in giro e soprattutto scomodissimo per scattare le foto. Il chipset Tegra 2 è in grado di fare la parte da leone in molteplici ambiti, a partire da videogiochi più complessi fluidi in ogni occasione, allo streaming video su youtube privo di incertezze anche a 720p. Infine la navigazione web, complice anche l’aiuto della gpu, risulterà essere usabile quasi al livello di un Pc moderno.

Difetti del Motorola Xoom

Arriviamo adesso alle notizie meno piacevoli da fornire, che riguardano non tanto il Motorola Xoom bensì il sistema operativo. Honeycomb è un OS fin troppo giovane e questo salta subito all’occhio durante i primi download di applicazioni dal Market. Al contrario di quanto si legge in giro, soltanto un ridotto numero di applicazioni risulta essere ottimizzato specificamente per tablet. La cosa che lascia decisamente perplessi è l’assenza di un filtro che aiuti a capire quali applicazioni siano studiate per tablet e quali no. In pratica, l’utente si ritroverà a scaricare alla cieca applicazioni con la speranza che esse possano funzionare. Non sarà difficile trovare infatti programmi che puntualmente andranno in crash o che ci riporteranno sulla Home. Altre ancora potrebbero funzionare bene, ma in finestra o spalmando la bassa definizione a pieno schermo, con risultati non sempre accettabili in termini di resa (pixel grandi come una casa ad esempio). Anche sul fronte dei widget c’è qualcosa che non va, potremmo imbatterci in una gran quantità di widget a dir poco minuscoli con impossibilità di ingrandirli. Una situazione, che purtroppo porterà l’utente a sentirsi disorientato e scoraggiato. Il tutto potrebbe migliorare con l’arrivo di una sezione tablet a cui pare Google stia lavorando, tuttavia non crediamo sufficiente tale sforzo, in quanto un market nativo per il sistema Honeycomb dovrebbe ospitare soltanto applicazioni studiate ad hoc.

Altra delusione a nostro avviso riguarda la tastiera virtuale non sempre all’altezza della situazione. Se per la digitazione all’interno di applicazioni o siti leggeri, la tastiera si comporta molto bene, con una risposta di input precisa e rapida, lo stesso non si può dire su pagine web più pesanti come quelle di Facebook o sui forum. Purtroppo andremo incontro a fastidiosissimi lag, che renderanno praticamente difficilissima la digitazione in certi ambiti. La cosa ci sorprende molto, perchè stiamo parlando un device dotato di processore Dual Core e che si avvantaggia dell’accelerazione della gpu sul web e sull’intero sistema. La consultazione delle pagine web, a parte una gestione dei menù in Flash da rivedere e migliorare, ribadiamo è quasi al livello di un esperienza pc per caricamento, velocità di scrolling ed interazione all’interno di pagine pesanti. Ma se siete interessati ad attività quali uso intenso di social network o comunità sarete obbligati all’utilizzo di applicazioni specifiche. Non abbiamo ovviamente provato ad overcloccare la cpu, nè ci auguriamo che serva un Quad Core(Tegra 3) per poter usufruire di un esperienza web fluida totale. Siamo certi che il tutto sia dovuto allo stadio attuale di sviluppo del sistema operativo Honeycomb, decisamente acerbo. Le cose potrebbero cambiare drasticamente con Ice Cream Sandwich, ma ad oggi purtroppo non possiamo che constatare che la situazione sia questa. Non sarebbe male un aggiornamento specifico che migliori questo aspetto.

Motorola Xoom - esempio di applicazione che gira solo in finestra

Motorola Xoom – esempio di applicazione che gira solo in finestra

Motorola Xoom - esempio di applicazione che crasha

Motorola Xoom – esempio di applicazione che crasha

Motorola Xoom - esempio di applicazione che non va in modalita landscape e rimane in finestra

Motorola Xoom – esempio di applicazione che non va in modalita landscape e rimane in finestra

Conclusioni

Finalmente siamo giunti alle conclusioni di un prodotto non facile da giudicare, in quanto sarà necessario distinguere  la parte design-specifiche tecniche da ciò che riguarda il sistema operativo. Motorola Xoom è senz’altro un tablet da promuovere a pieni voti, in quanto accattivante, ben costruito, che si rivelerà essere fantastico per chi ama guardare film e serie tv in mobilità così come a casa. Le prestazioni del Tegra 2 si sentono decisamente in ambito ludico, nella consultazione web (con alcune eccezioni legate all’uso della tastiera virtuale) e nella totale velocità di sistema: non abbiamo infatti mai riscontrato il minimo rallentamento nemmeno in caso di estremo multi-tasking. L’esperienza Android è sempre istantanea e rapida. Motorola Xoom ha inoltre il pregio di essere il primo tablet, stando al 3.1, a godere degli aggiornamenti ufficiali, oltre che ad essere sin da ora il prodotto più amato dalle comunità. D’altra parte dobbiamo però considerare il sistema operativo, Honeycomb che pur avendo grosse potenzialità, è al giorno ad oggi un OS fin troppo acerbo, che dopo una prima esaltazione, potrebbe deludervi a causa dei limiti dovuti alla sua gioventù.

Videorecensione Motorola Xoom

Immagine anteprima YouTube
Se siete utenti estasiati dall’esperienza Android smartphone, sappiate che con Honeycomb dovrete ripartire da zero senza avere troppe aspettative. Se siete interessati all’acquisto di un tablet, il nostro sincero consiglio è quello di aspettare almeno l’autunno per diversi motivi. Il primo è di natura puramente economica: siamo certi che grazie ad una numerosa concorrenza, i prezzi saranno finalmente competitivi. Nel frattempo le applicazioni native saranno aumentate, ma il motivo più importante riguarda il rilascio di Ice Cream Sandwich, la  futura versione di Android che andrà ad accomunare il mondo tablet con quello smartphone. L’attuale Honeycomb non è altro che un sistema il cui compito è solamente quello di preparare la strada a quello che poi sarà il vero sistema operativo maturo: Ice Cream Sandwich. In tal caso, niente paura, Motorola Xoom sarà tranquillamente aggiornato e quindi godrà di tutta l’innovazione promessa da Google nei prossimi mesi.

Infine una considerazione riguardo l’opportunità della soluzione con modulo 3G: alla luce della nostra esperienza personale, pensiamo di poter affermare che ad oggi un modello WIFI rappresenti il giusto compromesso per iniziare e capire se il tablet sia un dispositivo che possa davvero ritagliarsi uno spazio utile nella nostra vita quotidiana.

Be Sociable, Share!




    About the Author

    Matteo
    Matteo Di Simone, da sempre grande appassionato delle tecnologie convergenti, quali smartphone e tablet, è il principale recensore di dispositivi mobile sul blog. Particolarmente affascinato dalle architetture hardware di cpu e gpu, grazie ad una conoscienza quindicennale, si reputa decisamente pignolo in fatto di tecnicismi. :P




     
    Potrebbero interessarti
     

     
    Motorola-Moto-X-2015-3rd-Gen

    Moto X 2015 avrà un flash-led per i Selfie notturni

    Motorola si prepara a lanciare Moto X 2015, terza e nuova incarnazione dell’ormai famoso telefono ultra-personalizzabile. Il prodotto sarà ufficialmente svelato in occasione di un evento dedicato il prossimo martedì 28 ...
    by Matteo
    0

     
     
    Motorola-Moto-X-Red-Leather

    Moto X 2015: emergono le possibili specifiche tecniche

    Il buon successo della serie Moto X ha spinto Motorola ad accelerare lo sviluppo della terza generazione, che potrebbe debuttare sul mercato già nel corso del periodo estivo. A tal proposito, nella giornata odierna sono emerse...
    by Matteo
    0

     
     
    moto-360-circular-display

    Android Wear e Wi-Fi: la funzionalità arriverà solo su Moto360, SmartWatch 3 e Gear Live

    Cattive notizie per buona parte dei possessori di uno smartwatch Android Wear: la funzionalità Wi-Fi, una delle novità principali annunciate nel prossimo aggiornamento sarà disponibile soltanto su alcuni dispositivi. Nello s...
    by Matteo
    0

     




    • Matt

      come si chiama il live walpaper del vostro xoom ?

      • http://www.androidgeek.it Luka

        si chiama water wave live wallpaper…è free ed è molto personalizzabile
         

    • Francesco Montanaro

      Bello davvero l’ho visto in azione pochi giorni fà ad un collega…concordo che sia decisamente ancora acerbo come sistema e come applicazioni che ne fanno da contorno.

    • http://twitter.com/maxxx235 Massimiliano Gritti

      Ho lo Xoom da una decina di giorni, ho scaricato parecchie app e solo una crashava…
      Non mi sembra un grande dramma… Ovviamente poi le applicazioni arriveranno, basta aver pazienza.
      La tastiera è un problema del browser stock, basta scaricare Opera Mobile ed è perfetta.

      Io lo consiglio vivamente, ma con l’accoppiata Amazon.com + Consegnato.com, in questo modo io ho speso 420€ in totale.

      • http://www.androidgeek.it Luka

        Anche noi l’abbiamo preso su amazon.com+consegnato. Che honeycomb sia un s.o. giovane è fuori questione, ma che mi lagghi la tastiera sul browser stock noc ci sto! Lol, è un fatto di non ottimizzazione del software, ma questo poi dipende solo da honeycomb e non dallo xoom. X questo abbiamo premesso che questo tablet va giudiicato su due fronti: hardware e software. Il primo promosso a pieni voti, il secondo vrimandato a settembre….

        • http://twitter.com/maxxx235 Massimiliano Gritti

          Che sia giovane è ovvio,ma ritengo che basti avere pazienza; anche perchè, come ho già detto, di applicazioni ne ho scaricate molte,  solo uno non era funzionante, più un’altra che crasha a volte.

          Io sinceramente promuovo lo xoom a pieni voti come voi, ma anche Honeycomb lo promuovo, diciamo con “l’aiuto” xD

      • http://www.androidgeek.it Matteo

        Opera Mobile non l’abbiamo preso in considerazione perché di fatto non renderizza tutto quello che fanno Chrome e Dolphin ed è per quello risulta essere decisamente più leggero. Al momento Opera Mobile 11 su Honeycomb non supporta nemmeno il Flash 10.3 al contrario che su Smartphone. ;)

        • http://twitter.com/maxxx235 Massimiliano Gritti

          Ho capito, ma perchè non l’avete considerato se è più leggero?
          Opera è davvero ottimo, purtroppo non ha flash, che è una bella mancanza…
          [ Io lo uso per i forum, dove devo scrivere parecchio :) ]

          In ogni caso anche con Dolphin HD la tastiera si comporta meglio, quindi immagino che basti un piccolo aggiornamento per migliorarla anche sul browser stock :)

          • http://www.androidgeek.it Matteo

            Sinceramente a me Dolphin non è sembrato tanto diverso rispetto a quello di stock. In ogni caso mi è venuta una bella idea: ossia il confronto tra browser  su Honeycomb e ci infilo anche Opera. ;) :)

    • http://twitter.com/Giooo23 Giorgio Chinati

      Google ha da pochissimo implementato la possibilità di verificare la compatibilità dell’applicazione che uno scarica con il proprio device. ;)

      • http://www.androidgeek.it Matteo

        Grazie per la segnalazione..verifico subito! :) Se è così è già mooolto meglio, perchè sennò non esiste che uno deve andare alla cieca. Giorni fa scaricai alcune app dove in pratica mi ritrovavo lo schermo tagliato in 2! :D 

        • http://twitter.com/Giooo23 Giorgio Chinati

          Ho notato che questa funzionalità sembra esserci solo accedendo al Market tramite pc, trano O_o

    • Pingback: Android Honeycomb 3.2, tra le novità supporto a chipset Qualcomm e display 7''()

    • Andrea Moro

      ma alla fine dei conti, visto che io voglio acquistarlo in questi giorni… Rischio e lo prendo, trovandomi un sistema ancora acerbo (ma che migliorerà nel tempo) oppure passo alla concorrenza apple (che è già maturo ma con tutti i limiti e chiusure che ha e che nessuno rimuoverà?)
      La mia sola paura è che essendo acerbo ecc… non venga sviluppato più di tanto e rimanga in una specie di limbo dove non viene considerato molto…

    • Andrea Moro

      ma alla fine dei conti, visto che io voglio acquistarlo in questi
      giorni… Rischio e lo prendo, trovandomi un sistema ancora acerbo (ma
      che migliorerà nel tempo) oppure passo alla concorrenza apple (che è già
      maturo ma con tutti i limiti e chiusure che ha e che nessuno
      rimuoverà?)

      La mia sola paura è che essendo acerbo ecc… non venga sviluppato più
      di tanto e rimanga in una specie di limbo dove non viene considerato
      molto…

      • http://www.androidgeek.it Luka

        È vero, è un sistema molto acerbo, ma in continuo sviluppo e a fine anno arriverà ice cream sandwich e sarà tutta un’altra storia… vai compra e spendi il meno possibile.

        • Worldwide

          …non vorrei dire nulla …. ma mi sembra inutile continuare a cercare di imitare il top …….APPLE …..ipad…. iphone ….macbook ….. non c’è competizione ….. se provi apple tutto il resto sparisce .

          • http://www.androidgeek.it Matteo

            Imitazione? Ma anche no…visto che per concezione Google ed Android sono agli antipodi dalla mentalità Apple e dei suoi sistemi operativi. Non sono neanche lontani parenti. Eh menomale..

            I “prodotti” Apple…provati…e c’è poco da fare…”spariti” dalla mia vista! LOL! 

    • Pingback: HTC Flyer potrebbe ricevere Honeycomb ad Agosto()

    • Pingback: Motorola Xoom, aggiornamento ad Android 3.1 disponibile anche per l'Europa()

    • Pingback: Arrivano da Mediaworld le custodie protettive per Motorola Xoom, Transformer ed Iconia A500()

    • Pingback: Benchmark Razr VS Xoom VS Galaxy S2 VS Evo 3D VS Optimus Sol()